Gli analisti al governo israeliano:disimpegno da Gaza


I fantasmi dell’ultima guerra del Libano nell’estate del 2006 persa con Hezbollah, l’occupazione che si fa sempre più pesante, critiche aspre e sarcastiche alla propaganda che raggiunge “vette da farsa”, i conti ancora da fare con l’operazione Piombo Fuso contro Gaza tra dicembre 2008 e gennaio 2009. Tutto questo si agita nelle coscienze dei commentatori israeliani autori degli editoriali pubblicati in questi giorni dal quotidiano Haaretz sul suo sito dopo il raid contro gli attivisti umanitari della Freedom Flottiglia.

“Volete Gaza? Prendetevela”. Secondo Aluf Benn, altro corrispondente storico di Haaretz, il caso della Flottiglia dovrebbe dare l’occasione al governo Israeliano per un completo disimpegno da Gaza, invece di litigare con la comunità internazionale. Un disimpegno che segua il ritiro dell’esercito di cinque anni fa. “E’ tempo di troncare con gli ultimi legami dell’occupazione e lasciare Hamastan per conto suo”, scrive in testa al pezzo.
“Il tentativo di controllare Gaza dall’esterno, attraverso la dieta e la lista della spesa dei suoi residenti getta una macchia pesante dal punto di vista morale su Israele e accresce il suo isolamento internazionale – continua – Ogni israeliano dovrebbe vergognarsi della lista di beni preparata dal ministero della Difesa che permette la cannella e i secchi di plastica, ma non le piante da arredamento e il coriandolo. E’ tempo di trovare cose più importanti da fare ai nostri burocrati e ufficiali invece di aggiornare liste”. Secondo Benn Israele dovrebbe mollare la presa su Gaza rompendo ogni legame con la striscia e letteralmente “sigillando” il confine. I Palestinesi sarebbero così liberi di rifornirsi dall’Egitto e di “emettere monete palestinesi con il ritratto dello sceicco Ahmed Yassin” (fondatore di Hamas, ucciso nel 2004 a Gaza da un elicottero israeliano, ndr, nota mia).

Benn fa un breve excursus sulla storia recente dei rapporti tra Israele e Gaza. “Ariel Sharon decise il ritiro da Gaza e sperava così di ottenere il riconoscimento internazionale della fine dell’occupazione. Ma Israele non riuscì veramente a disimpegnarsi. Anche prima che Hamas prendesse il controllo della Striscia, Israele insistè nel controllarne vie di ingresso e di uscita. Dopo che Hamas vinse le elezioni palestinesi, e Gilad Shalit fu rapito, il blocco e il regime di supervisione si fecero più stretti. E’ stato come se Israele si fosse pentita del disimpegno all’ultimo momento e avesse cercato di trattenere per se almeno qualcosina, una manciata dell’odiata Gaza”.
Neanche questo analista si lascia sfuggire l’occasione per un’aspra critica alla propaganda israeliana: “al pubblico israeliano è stato detto che il divieto sul coriandolo e simili serve ad aiutare Gilad Shalit. La semplice menzione del soldato catturato che ora langue in una prigione di Hamas ha impedito qualunque discussione seria su quale politica Israele debba adottare verso Gaza. Ma questo dimostra solamente il populismo del governo e la mancanza di leadership: si sta nascondendo dietro Shalit e la sua famiglia, che giustamente hanno la comprensione del pubblico, invece di cercare una nuova realtà”.

Autore e traduzione: Raffaella Cosentino
Fonte. Haaretz
vedi lanci precedenti: la Flottiglia trascina Israele in un mare di stupidità
Israele ha perso in mare la Seconda guerra di Gaza

Annunci

0 Responses to “Gli analisti al governo israeliano:disimpegno da Gaza”



  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




Mail

rightstories@yahoo.it
giugno: 2010
L M M G V S D
« Mag   Lug »
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
282930  

Pagine


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: