Posts Tagged 'sindacati'

Rosarno, 5 euro per un mese di lavoro

03/05/2010

16.48
IMMIGRAZIONE
Due stagionali burkinabè e un cittadino rosarnese sono stati fermati dalla polizia mentre discutevano del mancato pagamento per il lavoro prestato nei campi. Il tutto mentre erano in corso i comizi dei sindacalisti per il primo maggio

Rosarno – Cinque euro per un mese di lavoro. L’ennesimo episodio di sfruttamento degli africani nella cittadina calabrese si è consumato mentre i leader sindacali di Cgil, Cisl e Uil intervenivano sul palco del primo maggio. In una delle vie adiacenti a piazza Valarioti, due stagionali burkinabè e un cittadino rosarnese sono stati fermati dalla polizia nel corso di una discussione sul mancato pagamento di uno dei due stranieri per il lavoro prestato nei campi. Il tutto è avvenuto sotto gli occhi dei passanti e di alcuni manifestanti.

“Ho lavorato per un mese, raccogliendo 60 cassette di arance e tutto quelllo che ne ho ricavato sono queste cinque euro” ha raccontato il lavoratore africano, stringendo in un pugno una banconota. Secondo la testimonianza del bracciante burkinabè, dopo la fine della raccolta, l’italiano non si è fatto più trovare, senza pagargli neanche una giornata di lavoro. L’africano, accompagnato da un connazionale, ha incontrato per caso il suo datore di lavoro per la strada e ha preteso il pagamento. A quel punto l’italiano gli ha dato cinque euro per trarsi d’impaccio. I due africani cercavano al contrario di trattenerlo e ne è nata una discussione accesa. Un giovane passante di Rosarno suggeriva al ragazzo africano di stare zitto, dicendogli: “ti metti d’accordo dopo, lo vai a trovare a casa”. Gli agenti di polizia che si trovavano in servizio per la manifestazione sono intervenuti e hanno fermato le tre persone coinvolte, l’italiano e i due stranieri, portandole al commissariato di Gioia Tauro per l’identificazione. Sono stati tutti rilasciati dopo poco. Il lavoratore del Burkina Faso era arrivato per la prima volta nella cittadina calabrese a febbraio, dopo gli scontri. In precedenza viveva a Castel Volturno. (raffaella cosentino)

© Copyright Redattore Sociale

Rosarno, lunedì sindacati in piazza a Bologna

15/01/2010

13.05

IMMIGRAZIONE

Presidio contro il razzismo convocato da Cigl, Cisl e Uil. Sabato a Ravenna la manifestazione “Siamo tutti cittadini”, mentre il Coordinamento migranti prepara per il 31 gennaio una “Giornata senza permesso”

BOLOGNA – In piazza per dire no al razzismo e allo sfruttamento. Dopo i fatti di Rosarno si moltiplicano in Emilia Romagna le iniziative di solidarietà ai lavoratori immigrati. Cgil, Cisl e Uil giudicano “inaccettabili” gli episodi di aggressione avvenuti in Calabria e convocano un presidio in piazza Nettuno a Bologna lunedì 18 gennaio. La manifestazione, che inizia alle 18, prevede fra gli altri gli interventi del sindaco Flavio Delbono, del direttore della Caritas Paolo Mengoli e di don Arrigo Chieregatti, oltre alle testimonianze di alcuni lavoratori immigrati. Insieme alle sigle sindacali, al presidio aderiscono anche Arci, Emergency e il Consiglio dei cittadini stranieri della provincia di Bologna. La manifestazione servirà a chiedere alle istituzioni “tolleranza zero” contro tutti i datori di lavoro che utilizzano manodopera irregolare e in particolare un pronto intervento per i lavoratori stranieri della Piana di Gioia Tauro, “costretti a vivere in situazioni indegne e intollerabili”.

Usa toni ancora più duri la Rete civile contro il razzimo e la xenofobia di Ravenna, che non esita a parlare di “pulizia etnica” in relazione a Rosarno. La rete, formata da Cigl, Cisl e Uil insieme ad altre associazioni, manifesta domani 16 gennaio davanti alla Questura di Ravenna con l’iniziativa “Siamo tutti cittadini”, al via dalle ore 10. Si muove anche il Coordinamento migranti di Bologna, che prepara per il prossimo 31 gennaio una “Giornata senza permesso”, tutta incentrata sulla domanda “La crisi non passa, che fine fanno i migranti?”. Se ne parlerà dalle 10 alle 20 inviale Papini 28, in una giornata di festa che prevede anche pranzi con menu etnici e concerti di musica marocchina e senegalese. Informazioni su www.coordinamentomigranti.splinder.com/. (ps)

© Copyright Redattore Sociale


Mail

rightstories@yahoo.it
aprile: 2020
L M M G V S D
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

Pagine